tango
alla ricerca del graal

Stage nel bosco

MERCOLEDI 28 – GIOVEDÌ 29  LUGLIO

Belvedere Passo dei Carpinelli Minucciano

Stage  LA RICERCA DEL GRAAL A PASSI DI TANGO

Con Patrizia De Franceschi.  

 

E se cercassi il Graal nel fuoco sacro del Tanguero? .. attraverso la più appassionante delle danze: il Tango. Laboratorio e danze in mezzo alla natura.

Il tango non è solo un ballo.

Lo si sente dire spesso e da molti ma non sempre ci si sofferma si quello che queste parole vogliono dire.

No il tango non è solo un ballo: è un modo di stare insieme che coinvolge il corpo e l’anima.

Il contatto fisico necessario per ballare deve essere onesto e sincero e volenti o nolenti  ci fa fare i conti con noi stessi. Il corpo diventa il veicolo concreto, il mediatore delle nostre emozioni profonde.

Mettersi in contatto sereno non l’altro, camminare con l’altro e ogni tanto interrompere la “camminata” e giocare comunicando con efficacia è infine aver imparato a ballare.

E allora il tango è la ricerca e la  costruzione di un rapporto gradevole con l’altro, anche se limitato al tempo di una “tanda”, che si concretizza nell'abbraccio.

Su questo aspetto serio e giocoso invitano a riflettere i laboratori inseriti quest’anno nel programma del GRAALCULTFEST della Garfagnana un evento che affianca  grandi eventi teatrali in scenari evocativi ad altri momenti di riflessione.

Il tema della ricerca del Graal affiancato al tango è stimolante e suggestivo e si propone come un percorso di scoperta di alcuni aspetti intimi di questa danza.  Un diverso punto di vista tutto da provare sia per chi già balla, sia per chi voglia avvicinarsi al tango per la prima volta, sia per chi voglia semplicemente fare una esperienza sul corpo.

Perché  il tango è di tutti anche di quelli che non lo sanno …. Ancora.

Patrizia 3.jpg

LA RICERCA DEL GRAAL A PASSO DI TANGO

La ricerca del Graal è la ricerca di qualcosa di “invisibile agli occhi”, la ricerca di un’alchimia interiore, di un’armonia dello spirito che si manifesta nella capacità di mettersi attivamente e positivamente in relazione con l’altro.

La ricerca del Graal ha molteplici aspetti e molteplici vie: noi percorreremo quella del …tango

Questa danza ha un intenso valore metaforico ed evocativo che metteremo al servizio di questa ricerca.

Il laboratorio proposto procede secondo un percorso preciso:​

  • Cogliere il nucleo della ricerca attraverso l’ascolto di se stessi e della musica che è mediatrice della ricerca

 

La vera alchimia è quella interiore

Il tango nasce dentro l’anima dei ballerini

 

Secondo la via alchemica al Graal ogni metallo tende all'oro

Il tango è per tutti, non vuole corpi specializzati, ci ama come siamo (Carlos Gavito)

 

L’alchimista lavora su di sé, ricerca nel proprio spirito.

Il danzatore lavora prima di tutto sul suo sentire perché il tango mette in gioco una profonda emotività.

 

 

 

  • Ri-conoscere le proprie potenzialità per affrontare il cammino:

 

Il cavaliere impara a riconoscere i confini della propria volontà e la mette al servizio dell’impresa

Il danzatore ascolta il proprio corpo, la sua capacità naturale di mettersi in armonia con il ritmo e di controllare lo spazio : il tango è fatto di ritmo e controllo dello spazio

 

 

 

  • Le armi per affrontare la ricerca: come per il cavaliere così per il danzatore non è utile la “forza” ma sono necessari la capacità di trasformare le idee in “passi” e comunicarli in modo convincente e affidabile. Sincero.

 

Per il cavaliere sono importanti le doti e i valori che guidano la mano nell’uso delle armi

Chiarezza: chi propone nel tango deve sapere sempre che cosa sta facendo

 

Presenza: chi ascolta nel tango deve essere ben consapevole dell’ ”energia“ attiva del farsi guidare

 

Sensibilità: chi balla il tango deve essere disponibile a “sentire” l’altro e la musica 

 

 

 

  • Vincere la paura e liberarsi della corazza

 

Il cavaliere affronta l’ignoto, mondi sconosciuti, avventure fantastiche

Chi danza affronta la propria interiorità, deve fare i conti con quello che proverà mettendosi in gioco e non sa se nel “luogo sconosciuto” in cui si inoltra troverà dolore o piacere.

 

Davanti al mistero il cavaliere deve presentarsi senza la corazza uno strumento che difende ma anche imprigiona.

Il ballerino deve liberarsi della “tecnica” come prigione: seguire le regole come alibi per non guardarsi dentro non permette di ballare davvero.

 

 

 

  • Il Graal “Tutto il segreto della vita è nel numero due quando imparerai il modo di far tornare il due a uno solo allora avrai scoperto il segreto”

 

L’uomo è fatto di due nature il corpo e lo spirito, che è l’immagine nascosta di dio. Con esso l’uomo deve ricongiungersi, dopo la frattura causata dal peccato originale, per ritrovare la perfezione originaria.

 

La coppia di tango è fatta di due persone ciascuna con un proprio asse di equilibrio.

I due devono unirsi in un un’unica entità con un solo asse, quello della coppia, per potersi muovere nella milonga.

 

 

  • Il segreto: l’abbraccio

 

Il cavaliere condivide un linguaggio simbolico universale e ne conosce i rapporti armonici.

Il ballerino condivide l’abbraccio: la comunicazione all'altezza del cuore della propria affettività, all'interno dell’armonia della musica.

 

 

 

  • Conservare il segreto

 

Il segreto non va detto: chi prova orgoglio e vanità perde i doni raggiunti.

Il segreto si cura nel silenzio e nell'umiltà.

 

La coppia balla per se stessa non per la milonga. Il “tango” è dentro la coppia che condivide la gioia dell’unità armonica.

 

 

  • LA FORMULA MAGICA

 

 

Primera la musica

Segundo la passion

Terzero la elegancia

Y por ultima la figura

 

 

Primera la musica

Segundo la passion

Terzero la elegancia

Y por ultima la figura

Patrizia 2.jpg

Il luogo in cui si svolgeranno i laboratori, Villaggio Barilari - Passo dei Carpinelli in Garfagnana, è fresco e tranquillo , buona cucina e buon riposo sono assicurati.

Le date sono il 28 e il 29 luglio, i laboratori avranno luogo dalle 17 alle 19 e dalle 21.30 alle 24 si potrà fare pratica nel rispetto delle norme COVID.

Sarà bello incontrarci e riprenderci gli abbracci.

Il costo di ogni laboratorio è di 30 euro

Più 10 euro per la pratica serale per ogni partecipante.

Per le “coppie" forfait di 55 euro.

10 euro per chi parteciperà solo alla pratica serale.

 

Per maggiori informazioni 

Schegge di Mediterraneo- via Ponte Calvi 6 1/d- 16124 Genova –

tel.010 6048277 - graalcultfest@gmail.com

O Patrizia 3476077472

E' possibile il pernottamento al Villaggio Barilari a 40 euro a testa in residence a due o tre posti letto, 60 euro in residence singolo con uso cucina.

 

 

Ad animare l’attività Patrizia Defranceschi e Sara Monteverde due appassionate innamorate del tango.

Patrizia si è dedicata da quasi 20 allo studio della cultura del tango e delle sue potenzialità in diversi campi: letteratura, musica, teatro ma anche applicazione del ballo in ambito educativo,sociale e, affiancata da specialisti, in ambito psicorelazionale soprattutto nell’ambito della relazione di coppia e del contrasto alla violenza di genere. Da alcuni anni utilizza un metodo di insegnamento di TANGO INCLUSIVO per rendere il ballo accessibile al maggior numero di persone possibile.

Sara ha pratica ormai ventennale di ballo e sarà anche lei alla …. Ricerca del graal.